Come diceva il mitico Trap, non dire gatto se non l'hai nel sacco, mai parole furono più profetiche soprattutto se abbinate al disastro occorso alla Rossa più famosa del globo terracqueo in quel di Imola. E dire che dopo i primi tre round la Ferrari si presentava al GP di casa con tutte le carte in regola per vivere un weekend all'insegna del trionfo supportata, tra l'altro, dai suoi appassionatissimi e numerosissimi adepti... Invece sin dalla sprint qualifying del sabato si è vista una Red Bull in grande spolvero capace di sfruttare i problemi di graining (così dicono a Maranello...) avuti da Leclerc.

   La gara vera e propria dava comunque ampie speranze di riscatto e mai i tifosi della Rossa si sarebbero aspettati di vivere una sorta di autentico "disastro sportivo".